Cosa è il DUVRI e a cosa serve

duvri

Cosa è il DUVRI

La parola DUVRI rappresenta l’acronimo di “Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali.

L’obbligo di attuare e predisporre il DUVRI deriva dall’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, che con la determinazione nr. 3/2008 “Norme sulla sicurezza nell’esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture, sulla predisposizione del Documento Unico di Rischi e sulla determinazione dei costi della sicurezza”. Tale attuazione, ha dato seguito allart. 26 del D.Lgs 81/08 in materia di tutela dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

Di seguito si riportano in otto punti la sintesi del DUVRI:

  1. Il DUVRI, deve essere redatto in caso di affidamento di lavori, servizi e forniture all’impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi.
  2. il datore di lavoro committente:  
    • verifica l’idoneità tecnico professionale delle imprese appaltatrici con: 
      • il certificato di iscrizione alla camera di commercio, industria e artigianato.
      • il possesso dei requisiti di idoneità tecnico professionale.
    • fornisce alle imprese appaltatrici dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti nell’ambiente in cui sono destinati ad operare e sulle misure di prevenzione.
  3. Il datore di lavoro committente promuove la cooperazione e il coordinamento, elaborando un unico documento di valutazione dei rischi che indichi le misure adottate per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze.
  4. Il DUVRI deve essere allegato al contratto di appalto o di opera, (pena la nullità del contratto) e deve essere adeguato in funzione dell’evoluzione dei lavori, servizi e forniture.
  5. Inoltre, il DUVRI NON deve valutare i rischi specifici propri dell’attività delle imprese appaltatrici.
  6. NON si applica ai servizi di natura intellettuale, alle mere forniture di materiali o attrezzature, alle attività previste dal campo di applicazione del Titolo IV del D.lgs. 81/2008, ( cantieri temporanei e mobili), ai lavori o servizi la cui durata non è superiore a cinque uomini-giorno, sempre che quest’ultimi non comportino rischi derivanti da:
    • rischio di incendio classificato come elevato;
    • dallo svolgimento di attività in ambienti confinati;
    • dalla presenza di agenti cancerogeni, mutageni o biologici, di amianto o di atmosfere esplosive o dalla presenza dei rischi particolari di cui all’allegato XI.
  7. Nel DUVRI devono essere indicati i costi delle misure adottate per eliminare o, ove ciò non sia possibile, ridurre al minimo i rischi in materia di salute e sicurezza sul lavoro derivanti dalle interferenze delle lavorazioni.   “Qualora non siano necessari  costi per gestire le interferenze è necessario che venga specificato  che l’importo è pari a € 0,00 (zero/00)”. Tale importo, se pur nullo, consente di identificare l’assunzione di responsabilità da parte dei datori di lavoro, con le eventuali conseguenze del caso. 
  8. il personale occupato dall’impresa appaltatrice  deve essere munito di apposita tessera di riconoscimento corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l’indicazione del datore di lavoro.

Scopo del DUVRI

Da quanto sopra riportato, si può dedurre che i principali scopi del DUVRI, sono di :

  • valutare i rischi derivanti dalle interferenze reciproche dovuti alle due diverse attività (ad esempio l’introduzione di nuovi pericoli, uso di sostanze pericolose, formazione di scintille in ambienti con rischio esplosione, presenza di rischio chimico, manomissione e intralcio delle via di fuga etc.).
  • indicare le misure adottate per eliminare i rischi da interferenza.
  • indicare le misure adottate per ridurre al minimo i rischi non eliminabili.
  • verificare che le imprese appaltatrici siano in possesso dei requisiti tecnici adeguati.
  • accertare che le imprese appaltatrici siano in regola con le posizioni assicurative INAIL.
  • individuare i costi della sicurezza necessari per eliminare e/o ridurre i rischi da interferenze.

Per ulteriori informazioni, o ricevere una bozza di DUVRI, del tutto gratuitamente, potete compilare i campi sottostanti:

duvri Articolo realizzato da Ing. Piero Talluto www.ingegneriadellasicurezza.it